Il mistero dei Nabatei e la potenza di Roma; l’epica delle Crociate e l’arte bizantina; il bianco del sale del Mar Morto e il rosso del deserto di Wadi Rum: dove siamo? Pochi sanno rispondere. Sulla cartina sembra accogliere i venti del Mediterraneo che solcano la terra d’Israele e i profumi del deserto nomade della Penisola Arabica, cerniera e confine di civiltà millenarie.

Culla della storia dell’Umanità e crocevia di popoli da oltre 2 mila anni, il Regno di Giordania è uno dei Paesi più culturalmente affascinanti (e politicamente stabili) del Vicino Oriente, governato con saggezza ed equilibrio da Re Abd Allāh II e dalla Regina Rania. La sua capitale, Amman, è una classica città araba capace di sorprendere il visitatore con vestigia romane in ottime condizioni, inaspettate a queste latitudini. È ancora attraversata dalla Strada dei Re, che 5.000 anni fa univa la Siria al Regno d’Egitto.

Qui Mosé consegnò al suo popolo la Legge di Dio, incisa nella pietra, e Giovanni Battista battezzò Gesù immergendolo nelle acque del fiume Giordano. Terra (Promessa) di città scomparse e deserti bruciati dal sole, offre una grande varietà di paesaggi e di luoghi biblici: dalle spiagge di Aqaba, sul Mar Rosso, alle acque del Mar Morto, così salate da sfidare il principio di Archimede; dagli altopiani del Monte Nebo, da dove avvistare la Terra Santa e la lontana Gerusalemme, alle dune rosse del Wadi Rum che con le loro mille sfumature di rosso hanno incantato Lawrence d’Arabia; da Amman e Jerash, ricche di rovine romane, a Petra, città simbolo del Paese, Meraviglia del Mondo incastonata nella pietra rosa delle irte pareti dei canyon.

Petra, epicentro di un viaggio in Giordania. Sfavillante dedalo di sepolcri e palazzi costruiti fin dall’ottavo secolo a.C. scavando a mano la roccia del deserto, da quando fu riscoperta agli inizi dell’800 è meta incessante di tutti gli appassionati di archeologia, poiché una larga parte ancora oggi rimane inesplorata. Petra fu teatro dell’apogeo della civiltà nabatea, i commercianti guerrieri, ma nel tempo ha ospitato gli edomiti che la fondarono, gli antichi romani e i bizantini che seguirono i Nabatei, fino al terremoto che in epoca medievale costrinse ad abbandonare la città.

QUALCHE NUMERO DEL TOUR:
DURATA: 10 giorni e 9 notti
CHILOMETRI PERCORSI: Circa 800
GUIDA: Locale parlante italiano
PASTI INCLUSI: 9 prime colazioni, 1 pranzo e 9 cene
PARTENZE PREVISTE: 27 MAGGIO / 29 LUGLIO / 5 AGOSTO / 2 SETTEMBRE / 23 SETTEMBRE

GIORNO 1 // AMMAN
Arrivo all’aeroporto di Amman, disbrigo delle formalità doganali con assistente locale e trasferimento con guida parlante italiano in città. Sistemazione nelle camere riservate. Cena e pernottamento in hotel. Trattamento: cena.

GIORNO 2 // AMMAN > RISERVA SHAUMARI > OASI DI AZRAQ > CASTELLI DEL DESERTO > AMMAN
Dopo la prima colazione partenza in direzione della Riserva di Shaumari. Istituita nel 1975 si estende su una superficie di 22 kmq e ha lo scopo di reintrodurre le specie animali scomparse dalla regione, in modo particolare l’orice arabo, minacciato da un altissimo rischio d’estinzione oltre a numerose altre specie. Proseguimento verso l’Oasi di Azraq, una riserva naturale situata nel deserto orientale e caratterizzata dalla presenza di numerosi uccelli migratori, tra cui i fenicotteri rosa. Si prosegue nel cuore del deserto orientale, in una regione a prima vista inospitale ma che è costellata dalle suggestive rovine di forti, padiglioni di caccia e caravanserragli, noti collettivamente come Castelli del Deserto. Al termine rientro in hotel e pernottamento. Trattamento: prima colazione e cena.

GIORNO 3 // AMMAN > JERASH > AJLOUN > TREKKING A RASOUN > AMMAN
Si parte verso Jerash, la Pompei dell’Est. Si entra attraverso la Porta Monumentale Sud per trovarsi dentro una vera e propria città Romana. Passeggiata nella Piazza Ovale circondata da colonne, per osservare il Teatro Romano e le Chiese Bizantine con la tipica pavimentazione a mosaico. Lungo la strada principale di Jerash, chiamata Cardo, si visita il Ninfeo. Si osserverà come i Romani furono capaci di costruire le colonne antisismiche della strada colonnata. Terminata la visita di Jerash, si parte verso Ajloun, un castello militare usato dalle truppe islamiche di Saladino per proteggere la regione contro i crociati. Qui si inizierà un trekking di circa 2/3 ore fino a Rasoun, seguendo una parte del celebre Jordan Trail, un sentiero escursionistico a lunga distanza che collega Um Qais a nord fino ad Aqaba a sud, attraversando siti archeologici di notevole importanza. Rientro ad Amman e sistemazione in hotel, cena e pernottamento. Il trekking ha una durata di circa 3 ore per 17km. Trattamento: prima colazione e cena.

GIORNO 4 // AMMAN > MADABA > MONTE NEBO > RISERVA DI DANA
Prima colazione in hotel e partenza verso Madaba, dove si visita una delle chiese più spettacolari al mondo: la Chiesa di St. Giorgio con il suo pavimento decorato a Mosaico raffigurante la più antica mappa di Gerusalemme. Terminata la visita, si parte in direzione del Monte Nebo, il luogo dove Mosè venne sepolto. Con un po' di fortuna, se il cielo sarà limpido, si potrà apprezzare una vista straordinaria sulla Valle del Giordano, il Mar Morto e Jericho dall’altra sponda del fiume Giordano. Proseguimento verso la Riserva di Dana con percorso trekking che risulta importante anche del punto di vista storico-culturale, essendo una delle aree abitate più antiche del mondo. All’interno della Dana National Reserve sono conservati infatti villaggi neolitici, Chiese Bizantine e resti di acquedotti romani. Sistemazione in hotel all’interno della riserva. Cena e pernottamento. Trattamento: prima colazione e cena.

GIORNO 5 // RISERVA DI DANA > TREKKING A FEYNAN
Prima colazione in hotel. Partenza per un trekking nella Riserva di Feynan, 15 km circa lungo un sentiero che condurrà in cima ad una collina per gustare un buon tè e godere di una vista mozzafiato sul deserto di Wadi Araba, uno spettacolo unico! Pernottamento in lodge all’interno della riserva. cena e pernottamento. Il trekking ha una durata di circa 5 ore. Trattamento: prima colazione e cena.

GIORNO 6 // FEYNAN > PETRA
Prima colazione in hotel e partenza alla volta di Petra, la città perduta dei Nabatei scavata interamente dall’uomo nella pietra che sarà l’obiettivo dell’esplorazione odierna. Le ricchezze naturali delle montagne qui si combinano con la cultura e l’architettura dei Nabatei, che lavorarono i loro teatri, templi, facciate, tombe, monasteri, case e strade proprio nella roccia rosa. Si entra a Petra attraversando il Siq, una gola profonda e stretta, che porta al famoso monumento di Petra: al-Khazneh o il Tesoro. Proseguendo la camminata, si osserveranno centinaia di edifici scavati nella roccia ed erosi dal tempo con favolose pareti multicolori. Al termine sistemazione in hotel, cena e pernottamento. Trattamento: prima colazione e cena.

GIORNO 7 // PETRA “DALLA PORTA SUL RETRO” > WADI RUM
L’accesso classico al sito è quello del Siq, che la totalità dei turisti percorrono. Tuttavia esiste un altro accesso, da nord percorso esclusivamente da beduini, raggiungendo prima il “Monastero” e poi il sito di Petra dalle montagne. Si parte dal sito di Piccola Petra al mattino, visitando gli scavi del neolitico, raggiungendo poi le alture che regalano viste mozzafiato sul deserto di Wadi Araba. Si raggiungerà quindi Ad Deir (il Monastero), scendendo poi gli 800 scalini che collegano quindi le immortali bellezze dell’antica Petra. Partenza successiva per Wadi Rum, con sistemazione in campo tendato. Cena e pernottamento. Il trekking ha una durata di circa 7,5 ore per 16km. Trattamento: prima colazione e cena.

GIORNO 8 // IN 4x4 NEL WADI RUM
Prima colazione al campo. Inedita giornata di escursioni nel sito, dove alterneremo percorsi in 4x4 a trekking tra dune e pareti rocciose. Si comincia a bordo di un veicolo fuoristrada per raggiungere alcuni luoghi indimenticabili di Wadi Rum. Si effettuerà poi una breve passeggiata (30 minuti) passando il piccolo arco di roccia di Jebel Ehm Fruth. Una facile salita facoltativa che include un po' di arrampicata conduce in cima all'arco. Proseguimento verso il canyon di Abu Khashaba per una fantastica passeggiata di 30 minuti attraverso le scogliere incredibilmente erose e modellate dal vento e dal tempo. Percorso in fuoristrada intorno al massiccio di Jebel Burda e di nuovo a piedi per un breve trekking alle pendici della montagna ammirando il ponte roccioso sulla sua sommità. Pranzo a pic-nic proprio sotto al monte seguito da tè beduino preparato su fuoco di legna. Dopo il pranzo proseguimento in auto passando per la Lawrence House e le antiche iscrizioni rupestri vicino ad una grande duna di sabbia. Qui si avrà tempo a disposizione per passeggiare sulla sabbia in completa sicurezza ed effettuare incantevoli scatti fotografici. Trasferimento verso il campo tendato. Cena e pernottamento. Trattamento: pensione completa.

GIORNO 9 // WADI RUM > MAR MORTO
prima colazione in hotel e trasferimento verso le sponde del Mar Morto. E’ il punto più basso della terra, con i suoi 423 metri sotto il livello del mare si trova proprio sulla frontiera occidentale della Giordania. Pomeriggio libero dedicato alle attività balneari che comprendono il bagno nelle sue acque - dove provare la sensazione di assenza di peso galleggiando - oltre ad una vera e propria cura per il corpo grazie ai fanghi a disposizione in spiaggia e ai trattamenti opzionali presso la Spa. Sistemazione in hotel e cena. Trattamento: prima colazione e cena.

GIORNO 10 // MAR MORTO > ITALIA
Prima colazione in hotel e trasferimento in tempo utile verso l’aeroporto di Amman. Trattamento: prima colazione.

Stampa Email

TI SERVONO MAGGIORI INFORMAZIONI?